lunedì 2 luglio 2012

di zoo nario letterario : rinoceronti togati

.

LA NERA NOTTE DEL VECCHIO MARCHESE ERMANNO SEBORGA - SONEGO
PROCESSATO E CONDANNATO A MORTE DAI RINOCERONTI DA LUI UCCISI IN GIOVENTU'.
QUINDI GRAZIATO PER INTERCESSIONE DI SANTA RITA LA QUALE EBBE POI A PENTIRSENE
AMARAMENTE. ANNO 1901


Ermanno Seborga Sònego, di famiglia patrizia di Serravalle ( oggi Vittorio Veneto ) visse dal 1865 al 1927. Molto ricco, era appassionato di caccia grossa. I suoi nipoti raccontano fosse un uomo strano, affetto da manie religiose o, meglio, rituali. Essi suppongono che il processo da parte dei rinoceronti fosse un parto della sua fantasia fuori squadra.


Dino Buzzati, I miracoli della Val Morel




Links


I miracoli della Val Morel
Il sentiero Buzzati

13 commenti:

amanda ha detto...

i giudici rinoceronti parlano egiziano... ma pensa ;)

Nela San ha detto...

Di Buzzati ho letto solo il classico: Il Deserto dei Tartari, ma quest'opera mi incuriosisce.
Grazie di averla segnalata.
Bye&besos di un buon inizio settimana.

Grazia ha detto...

Non conoscevo né libro, né sentiero. Due regali: due volte grazie a te e un'infinita gratitudine a Buzzati per averci aperto uno spiraglio su mondi vicini e paralleli.

Giuliano ha detto...

il babau di Buzzati è da non perdere
:-)
anche il suo Duomo di Milano, e il ritratto del suo cagnone...
questo qui mi ha fatto pensare a Fellini, La città delle donne

guglielmo ha detto...

Chissà perché gli ex voto mi sono sempre piaciuti e forse bisogna approfittare della ristampa del libro di Dino Buzzati, I miracoli della Val Morel...
Mi chiedo se questa espressione della religiosità popolare un po' naif, un po' ingenua sia da esaltare ed indicare come "esempio", ma questo è un altro paio di maniche.

giacy.nta ha detto...

@Amanda: mi è venuto in mente che, come molte volte capita a chi dipinge, Buzzati abbia potuto avere un "pentimento". Probabilmente avrà iniziato a disegnare Anubi e gli sarà venuto a forma di rinoceronte oppure lo avrà rimpiazzato con i rinoceronti perchè gli faceva piacere "moltiplicare" i giudici. Dell'idea iniziale è rimasto l'egiziano... ( è solo un'idea ! ) :)

@Nela: è geniale, così come altre opere di Buzzati poco conosciute. Questo è particolarmente bello perchè la surrealtà trova sviluppo anche sul piano grafico. :)

giacy.nta ha detto...

@Grazia: Pensa, è l'ultimo libro pubblicato prima della morte dell'autore. E' stato ristampato recentemente. Tutto nasce da una mostra. Un gallerista veneziano vuole una serie di quadri che sviluppino una storia. E' così che Buzzati pensa ai miracoli della santa delle cose impossibili ed inventa un santuario in val Morel ( valle che esiste e non esiste ) dove si conservano gli ex voto.:)

@Giuliano: Il baubau è sulla copertina di "Paura alla scala" che non ho ancora letto. E' uno dei dipinti più simpatici. La surrealtà di Buzzati non è mai inquietante, oscura. C'è sempre una buona dose di comicità, data dall'esagerazione, dalla caricatura.

Sai che anche a me fa venire in mente la città delle donne? Tra l'altro, la sequenza del corridoio con i "loculi" che si animano è di quelle che proprio non si dimenticano. :)

giacy.nta ha detto...

@Guy: Buzzati non è comunque irriverente. Ha scelto la santa che più gli si addice. La tratta con molto garbo e tenerezza. :)

Costantino ha detto...

Ciò chedice (disse) il grande Buzzati è legge!

amanda ha detto...

@giacynta: funziona :)

Duck ha detto...

Tutta la produzione letteraria di Buzzati che riguarda questa dimensione "altra", definiamola così, mi affascina terribilmente. Pure, non ho ancora letto un solo titolo. Grazie per la segnalazione. Mi piace moltissimo l'ironia sottile con cui Buzzati attribuisce a Santa Rita il dispiacere di avere intercesso per un uomo che evidentemente non meritava il suo intervento caritatevole. Rende Santa Rita umana e simpatica!
Saluti affettuosi

Elle ha detto...

Io non solo non lo conosco, ma le date mi hanno confusa :(

giacy.nta ha detto...

@Costantino: certo, la surrealtà non è poi cosa diversa dalla realtà, visto che anche nella parola la contiene :)

@Amanda:;)

@Duck: ho controllato. Nel libro ci sono molti animali: un gatto mammone, un colombre, una balena volante, un diavolo porcospino, gatti vulcanici, formiche mentali,un pettirosso gigante, un formicone, un caprone satanico, vespilloni, un orso inseguitore, lupi, bisce, persino un serpenton dei mari, ma una duck non c'è :))

@Elle: grazie! Ogni tanto mi distraggo. Provvedo subito a invertire il senso di marcia:)
p.s.
Benvenuta!:)